MONCHIERO PIEMONTE.jpg

"Ci sono luoghi talmente belli che il fiato ti manca e gli occhi quasi non credono a ciò che vedono"

 

MONCHIERO OGGI


I corsi d’acqua sono spesso sorgenti di vita per i piccoli borghi, a volte però sanno fare male.

Come il Tanaro che nel ‘94 ferì brutalmente le case di Monchiero.

Il nucleo storico di Monchiero sorge in alto, sulla strada che sale a Monforte

Qui aveva casa il pittore divisionista Eso Peluzzi, unico nel nome, come nella sua arte che da queste terre ha saputo prendere spunto.

Ora in queste terre riposa.


MONCHIERO GALLERY



MONCHIERO IERI


Il nucleo storico di Monchiero sorse in alto, sulla strada che sale a Monforte.

Già nel 1325 si ha traccia della chiesa di “Sancti Columbani de Moyero”, costruita sul colle di San Colombano, posto alla confluenza del torrente Rea col fiume Tanaro.

Nel 1739 l’antica parrocchiale minaccia di rovinare e quindi viene demolita e costruita quella nuova.

Nel 1773 è elevata a Santuario.
Da questo colle lo sguardo spazia tra colline e montagne: conserva ancora la quiete d’un tempo, mentre il piccolo borgo, con la chiesa, la casa che fu di Eso Peluzzi, profuma d’antico.


 

VISIT MONCHIERO