lequio berria.jpg

"È un viaggio per viandanti pazienti, un libro"

 

LEQUIO BERRIA oggi


Dal celtico Leak.

Lequio è la pietra miliare delle Langhe. Per la sua posizione dominante e di passaggio, fu in passato molto ambita dagli eserciti che lottavano per accaparrarsi queste colline.

Nel piccolo borgo di alta langa si ha sempre tanta voglia di fare. Se ad agosto si festeggia San Lorenzo non è solo sotto le stelle. Si tratta della festa patronale del paese. Si mangia bene, si bene bene, si partecipa a giochi dal sapore antico e si vincono paperelle!

A ottobre invece piovono libri,in occasione dell’omonimo evento letterario. 

Arte cultura e musica fanno rima quassù dove le idee hanno tempo di prendere forma nell’aria più pulita e fresca dell’alta Langa.


lequio berria gallery



LEQUIO BERRIA ieri


Le origini di Lequio Berria arrivano dai Celti.

Sempre da loro sono da cercare le origini del nome: nella loro lingua infatti la parola "leak" significa pietra miliare.

In alcuni punti del territorio, in passato, si sono ritrovati reperti del periodo romano. Specialmente presso le sorgenti assai numerose ed abbondanti, che sicuramente servivano le vie che da Alba Pompeia andavano verso il mare e le Gallie.

Successivamente è fatto cenno del paese in un Diploma dell'imperatore Ottone III, datato al 1001, contenente alcune disposizioni a favore del marchese di Susa, Olderico Manfredo. Più tardi fu conquistato da Bonifacio, marchese di Savona e del Vasto, che nel 1125 lo lasciò ad Ugone suo figlio, marchese di Clavesana; da questi passò ai marchesi di Ceva.

Ne prese possesso in seguito il marchese Ottone del Carretto che nel 1190 lo vendette al marchese di Saluzzo, Manfredo. Questi fu costretto a cederlo a sua volta ad Asti, con la quale era sceso in guerra nel 1231.

Nei tempi a seguire, Lequio Berria era continuamente conteso e in balia di scorribande varie: risale infatti a questo periodo la distruzione del castello, costruito a scopo difensivo. 

Lequio tornò proprietà dei marchesi di Saluzzo e tale rimase, pur con qualche interruzione, fino all'epoca di Carlo Emanuele I di Savoia.


 

VISIT LEQUIO BERRIA