GORZEGNO LANGHE ROERO.JPG

"Dico che non potete sopprimere la natura. Se lo tentate, essa si rivolterà contro di voi, e farà strazio di voi."

 

GORZEGNO OGGI


Nella Valle Bormida non solo cibo buono e tanta natura selvaggia.

C'è chi ci ha visto l'ambientazione per un giallo. Un giallo di langa si intende, conditi da lepri, nobili in decadenza e matrimoni di gala. Qui Gianni Farinetti ha immaginato il suo Rebus di Mezza Estate.

Qui San Siro non è uno stadio, ma il nome della Chiesa parrocchiale che comunque conta ben otto cappelle e una navata importante.

Ad aprire le danze delle fiere primavera/estate di Langa c'è la Fiera del Pollo di Gonzegno. Pollo in tutte le sue forme e le sue spezie. Si raccomanda di non esagerare e digerire bene perché poi si balla, si tira al piattello e per chi vuole godersi la festa dall'alto si organizzano anche voli in elicottero!


GORZEGNO GALLERY



GORZEGNO IERI


Gorzegno ha origini romane come documentato da numerose lapidi rinvenute nel suo territorio nel corso di scavi e il suo nome deriva da”Cohors Aennii” a indicare un reparto di presidio che dipendeva dal centurione Ennio.

Dal medioevo fino al XVIII secolo la storia di Gorzegno si intreccia con quella dei marchesi Del Carretto, signori del luogo.

Testimonianza diretta della presenza di questa nobile famiglia resta l’affascinante castello diroccato, isolato su un altura ai margini del paese.

Il castello la cui costruzione si fa risalire all’ anno 1100 ai tempi di Bonifacio del Vasto, è stato nei secoli trasformato da fortificazione con funzione difensiva a ricca e sfarzosa dimora signorile,con un sistema di logge sovrapposte e ripetuti archi sorretti da colonne. Danneggiato e saccheggiato nel 1600 e 1700 anche se in parte diroccato fu abitato fino al 1860.


 

VISIT GORZEGNO