CISSONE LANGHE ROERO.jpg

“Benvenuti nel nostro piccolo angolo di Langa”

 

CISSONE OGGI


All’ovest più estremo dell’arco collinare che va fino a Serravalle Langhe ad accogliere chi arriva, non solo il consueto cartello comunale, ma l’azzurro acceso di un murales che sa di libertà e allegria.

Nella Chiesa di Santa Lucia, un tesoro armonioso: un organo settecentesco fabbricato dalla casa organaria “Collino padre e figli”.

8 piloni votivi. Il più importante è il Pilone della Chiesetta: rappresenta un grande grazie al Cielo per aver aiutato i cissanesi a sconfiggere una brutta epidemia di peste.

Fede e cultura collaborano in armonia dando il buon esempio nel piccolo di come questo sia un bene. L’ex Confraternita dei Disciplinati è passata da proprietà della Chiesa a bene comunale, rimessa a nuovo oggi è un centro culturale degno di nota per le anime che lo frequentano.

Non è una star di Hollywood né del calcio nostrano, ma anche Cissone ebbe  le sue personalità. Da questo angolino delle Langhe e Roero veniva Pietro Paruzzo, campione di pallone elastico, sport che ha animato a lungo le colline langarole.


CISSONE GALLERY



CISSONE IERI


L'origine romana è confermata da una stele funeraria, ritrovata e custodita presso il municipio.

Nel periodo del Medioevo Cissone appartenne ai marchesi di Saluzzo e del Monferrato.

Intorno al 1570 il Comune passò poi sotto il dominio dei Savoia.

L'esiguo numero di abitanti ha messo a rischio nel passato l'autonomia del Comune che, dal 1928 al 1947, fu aggregato a Serravalle.


 

VISIT CISSONE