borgomale.jpg

“Da verdi colline circondata, in un piccolo borgo son situata, di origine medioevale è il paese di Borgomale” 

 

BORGOMALE OGGI


Il borgo del male è il frutto di una leggenda che vede al centro Nella di Cortemilla: una vicenda che abitò le mura del Castello di Borgomale, una storia popolata da uomini crudeli che termina con la morte della gentil Nella.

Oggi però Borgomale è tutt'altro che teatro di malvagità.

Alcuni bambini popolano le poche vie del paesiello e con i loro skatebaoard lo animano di vita e rumori, così che il silenzio non pesa sui cuori dei più anziani.

Le mura se guardi bene nascondono storie antiche, se aguzzi la vista puoi intravedere la sbiadita scritta “scuola corale” in centro al paese.


BORGOMALE GALLERY



BORGOMALE IERI


Borgomale è un Borgo dalla forma allungata. 

Il nome Borgomale sta per Borgo delle Mele, secondo alcuni, Borgo di Adimaro, secondo altri, dal nome di uno dei suoi fondatori.

Dal Ponte Mabuc, a nord, si estende fino alle rive del Belbo, a sud.

Il piccolo centro storico poggia sulle rocce di tufo a ridosso del castello e conserva la grazia e il fascino del caratteristico borgo medioevale.

Nel paese ebbero signoria, a partire dal XII secolo i Marchesi del Vasto, i Marchesi di Ceva e Cortemilia e, in successione i Del Carretto di Gorzegno, i Della Chiesa, i Falletti, i Busca, i Rabino, i Prandi. Anche Francesco Sforza, invadendo nel 1431 le terre del Monferrato, si impossessò del castello di Borgomale.

Con il trattato di Cherasco del 1631 il feudo di Borgomale, unitamente ad altre 74 terre albesi, diviene possedimento sabaudo.

Oggi Borgomale è silenzio, genuinità e storia. 


 

VISIT BORGOMALE